3 Lauren Avenue
Food & Travel

L’Isola di Phuket

Sono le 5.30 del mattino e il servizio sveglia dell’hotel spacca il minuto. Questa volta avrei preferito meno precisione dallo staff del Sukosol Hotel.  Stanotte ho pensato bene di fare i miei soliti “tour de force” prima di lasciare Bangkok e così, salire sul rooftop della location di “Una notte da Leone” e fare le ore piccole nonostante la sveglia all’alba, mi sembrava una cosa buona e giusta.

Mi alzo e con gli occhi mezzi chiusi tiro un respiro di sollievo per aver i vestiti da indossare pronti sulla sedia, la valigia chiusa, costume e crema solare nello zaino a portata di mano. Sapete il sole splende forte sull’isola di Phuket!

Dopo circa 1 ora e 30 di volo operato dalla Bangkok Airways, durante il quale cerco di svegliarmi bevendo caffè, finalmente arriviamo a destinazione.

Phuket è la più grande isola della Thailandia e a nord è collegata alla terraferma dal lungo ponte stradale Sarasin.

L’isola, chiamata la perla delle Andamane, è ricca di foreste tropicali, falesie calcaree, coste frastagliate, baracche di legno nascoste nel verde, case in stile architettonico coloniale e bellissimi resort su baie di sabbia.

Samet Nangshe Viewpoint Phuket Thailand
Samet Nangshe Viewpoint
Karon Viewpoint
Karon Viewpoint

Dusit Thani Laguna Phuket Hotel 5 stelle

Di solito quando si giunge in hotel per prima cosa bisogna fare il check-in, parte più noiosa di ogni viaggio. Al Dusit Thani Laguna Phuket, la burocrazia viene dopo l’arte dell’accoglienza e lascia posto a canti etnici, tamburi, ghirlande al collo e petali di fiori lanciati in aria da donne vestite in completi tipici thai.

La lobby open- air dell’hotel, in stile neo coloniale con tocchi di moderno thailandese, è adornata da fontane ed enormi vasi con enormi e bellissime orchidee. Riesco a sentire il rumore delle onde del mare al di là delle palme di cocco.
Entro nella mia stanza, stupenda, mi sembra di sognare. E ancora non ho aperto le tende della vetrata per scoprire la meravigliosa vista sul mare. Esco in terrazza, mi siedo sulla sedia di legno incrociando le gambe sul tavolino e mi godo il momento insieme a una farlalla tropicale dalle ali macchiate di verde, appoggiata sulla mia spalla. 

Dopo qualche minuto mi sveglio dallo stato di incantamento, focalizzo sulla spiaggia e vedo famiglie, gruppi di amici e coppie, probabilmente in luna di miele. La sabbia bianca e l’acqua del mare così azzurra e scintillante sembra un miraggio dopo le poche ore di sonno. Prendo il costume e scendo a fare il mio primo bagno nelle acque delle Andamane. 

Dusit Thani Laguna Phuket,
Dusit Thani Laguna Phuket,
Dusit Thani Laguna Phuket,
Dusit Thani Laguna Phuket,
Dusit Thani Laguna Phuket,
Dusit Thani Laguna Phuket,
Dusit Thani Laguna Phuket,
Dusit Thani Laguna Phuket,
Dusit Thani Laguna Phuket,
Dusit Thani Laguna Phuket,

Hotel e Ristoranti a Phuket 

Ristorante “Ruen Thai”

Romantico e incantevole, in pregiato legno  teak, con vista sulla laguna e musica classica in sottofondo, il Ruen Thai, uno dei ristoranti del Dusit Thani Laguna Phuket, offre cucina tipica ed è menzionato nella guida Michelin. All’ora del tramonto è ancor di più uno spettacolo da non perdere. 

Novotel Phuket Kamala Beach

Incredibile resort posizionato sulla baia di Kamala e circondato da vegetazione tropicale. Bellissima la piscina vista mare e il rooftop dove poter ascoltare musica dal vivo. Alla spa da provare il massaggio con l’olio di cocco o di gelsomino. Al ristorante ottima selezione di cibo asiatico, in particolare da ordinare assolutamente: Tom Yam, una zuppa thai agro piccante con lemongrass, radice di galanga, succo e foglie di lime combava, salsa di pesce e peperoncino fresco, gamberi o pollo; Mango sticky rice, un dessert thailandese molto light, preparato con riso glutinoso cotto al vapore, latte di cocco e mango maturo.

Xana Beach Club 

Perfetto per un’aperitivo in piscina, ascoltando disco music, gustando tapas e cibo Thai, con un buon calice di vino o un cocktail. 

Mövenpick Resort & Spa Karon Beach

Villette e suite con accesso diretto al Coconut Grove Pool, immerse in lussuosi giardini esotici, a pochi passi dalla famosa Karon Beach. Perfetto per famiglie e coppie.

Banyan Tree

Il non plus ultra dei resort di lusso. Ogni villa é un’incontro tra architettura thai e confort più assoluto. Adorabile il pigiama offerto agli ospiti. La sera le mille luci dell’hotel sembrano volare come lucciole sulla laguna. 

Ruen Thai restaurant phuket thailand
Ruen Thai
Ruen Thai
Ruen Thai
Novotel Phuket Kamala Beach
Novotel Phuket Kamala Beach
Novotel Phuket Kamala Beach
Novotel Phuket Kamala Beach
Novotel Phuket Kamala Beach
Novotel Phuket Kamala Beach
Xana Beach Club
Xana Beach Club 
Xana Beach Club
Xana Beach Club
Banyan Tree
Banyan Tree
Banyan Tree
Banyan Tree
Banyan Tree
Banyan Tree
Banyan Tree
Banyan Tree
Banyan Tree
Banyan Tree
Mövenpick Resort & Spa Karon Beach
Mövenpick Resort & Spa Karon Beach
Mövenpick Resort & Spa Karon Beach
Mövenpick Resort & Spa Karon Beach
Mövenpick Resort & Spa Karon Beach

Vita notturna

Patong è il centro del divertimento di Phuket. Troverete ristoranti, birrerie, bar, night club, spettacoli dal vivo oltre che a centri commerciali, venditori ambulanti e bazar a cielo aperto. Un’esplosione di luci e gente in giro tra i vicoli e soprattutto lungo la Bangla Road, dove si trova la formidabile Illuzion, la discoteca più famosa della Thailandia e alla posizione numero 33 della classifica mondiale, con un’impianto audio-luci pazzesco e dove si esibiscono i migliori dj del pianeta. A Patong finirete per fare le ore piccole senza nemmeno accorgervene e trascorrerete le migliori ore del vostro viaggio in Thailandia.

Le escursioni consigliate

Quando sono all’estero non amo stressarmi e organizzare tutto da sola ma preferisco affidarmi all’esperienza delle persone che conoscono bene il luogo. A Phuket mi sono avvalsa di Orientours: organizzazione perfetta e guide turistiche di grande professionalità e simpatia. 

Phang Nga Bay 

L’aria forte tra i capelli, stesa su una Long Tail Boat a velocità andante nel mare delle Andamane, tra rocce calcaree a strapiombo nelle acque e dune di sabbia improvvise in mezzo al mare. A descrive la traversata in altri sensi userei la melodia di un violino o di una musica epica. 

Ci troviamo nel Phang Nga Bay National Park, a 25 km a nord-est di Phuket e ci dirigiamo verso Khao Phing Kan, conosciuta come l’Isola di James Bond, per esser stata nel 1976 set di alcune scene del film “007 – L’uomo dalla pistola d’oro”. Protagonista è Ko TaPu, una roccia calcarea conica che emerge dal mare, alta circa venti metri, composta da barriere coralline, gusci calcarei e organismi marini. Per gli appassionati dei film di James Bond è una meta obbligatoria. 

L’escursione prosegue in canoa, costeggiando meravigliose formazioni calcaree, foreste di mangrovie e attraversando grotte buie e silenziose. Che avventura indimenticabile!

Raggiungiamo infine, l’isola di Koh Panyi, un villaggio di pescatori musulmani costruito interamente su palafitte. L’isola è abitata da sole 360 famiglie discendenti da pescatori musulmani di origine indonesiana e comprende una scuola, una moschea e un mercato. Straordinario il campo da calcio galleggiante per i bimbi del villaggio.

Pranziamo e prima di andar via acquisto diversi braccialetti di perle thailandesi e dei porta oggetti in cocco e madreperla. 

phuket


Phi Phi Islands

Un luogo così l’avevo visto solo in cartolina e sulle riviste di travel. Sabbia fine e bianca, acqua dal verde smeraldo vivo all’azzurrino trasparente, barriere coralline, deliziose calette, rocce sporgenti, colline e poi la giungla…

Le Phi Phi Islands sono un arcipelago di 6 isolotti e piccole isole, di cui la principale è Koh Phi Phi Don, costituita da due distinte isole collegate da un piccolo lembo di sabbia e palme. Le due colline che la attraversano risultano separate da una doppia baia, perfettamente simmetrica. Sulla terra tra le due baie ci sono resorts, ristoranti e negozi. Koh Phi Phi Don, l’unica isola ad esser abitata, è interamente pedonale ed ha una vera e propria atmosfera paradisiaca  identica a quelle dei film! Ed infatti in una delle meravigliose baie dell’arcipelago, a Maya Bay, è stato girato nel 1999 il film di Leonardo di Caprio “The Beach”!

Dove alloggiare alle Phi Phi Islands?

Senza dubbio al Zeavola Resort: villette in legno e vetrate, dove il design di lusso incontra la natura incontaminata e il cinguettìo di uccelli di specie diverse. Ristorante che offre grigliate di gamberi, astice, calamari e pesce fresco. Unico il cocktail di mango del bar in riva al mare. E nella boutique del resort si trovano oggetti rari e particolarissimi, come la collana rossa che per sempre mi ricorderà delle Phi Phi Islands. 

Cosa non dimenticherò delle Phi Phi Islands

Fare snorkeling sulla barriera corallina e nuotare insieme a pesci colorati, camminare scalza per l’isola tra piante esotiche e il suono della natura. Conchiglie che camminano nel silenzio della bassa marea al tramonto.
Mi dondolo sull’altalena sulle rocce scoscese sull’acqua calda del mare e davanti a me Koh Phi Phi Don.
Mai come in quel momento mi sono sentita tanto fortunata…

Phi Phi Islads
Zeavola Resort
Phi Phi Islands

Viaggio organizzato da Amazing Thailand

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *