3 Lauren Avenue

Food & Travel
Amsterdam
febbraio 23, 2018

Amsterdam, la città della perdizione, meta preferita degli amanti della cannabis e del Red Light District, la città tanto giudicata dai perbenisti, non è altro che un grazioso, incantevole gioiello, ricco di arte e libertà, dove non dimora lo squallore e non esiste ipocrisia.

Amsterdam è un labirinto di canali e stradine nel mezzo dell’Europa, fatta di barche ormeggiate, case animate, ponticelli colorati di tulipani, luce nordica radente, gialla, arancione e luci rosse.

Quello che più mi è piaciuto fare, è stato girare per la città, tra lo scampanellio delle biciclette e le enormi finestre senza tende delle abitazioni, scoprendo un paese delle fiabe dove i palazzi, storti e stretti, hanno una propria personalità e vivono insieme a chi li abita. Si possono osservare da fuori, mentre cucinano o siedono in salotto, in stanze accoglienti con scaffali sempre pieni di libri.

Amsterdam è uno di quei posti che non possono essere raccontati.

BILDERBERG GARDEN HOTEL*****

Amsterdam è anche la patria del design e volevo assolutamente trovare un hotel che mi facesse vedere con occhi e toccare con mano le forme e gli stili che le attribuiscono tale fama internazionale. Non avrei potuto trovare di meglio: il Bilderberg Garden Hotel, 5 stelle, situato in un  quartiere tranquillo vicino alla zona dei Musei e al Voldelpark, vanta  un design elegante e nordico  in cui si mescolano tradizione olandese e dettagli contemporanei.

Candelabri di cristallo e lampadine a sospensione, forniscono un’illuminazione funzionale al lounge bar e a tutto l’ambiente circostante, creando un’atmosfera rilassante e un piacevole contrasto con gli sgabelli in pelle e con il cow print. Complici le stoffe dei divanetti e delle poltroncine, sofisticate e pregiate, nelle nuances del turchese e dell’acquamarina.
L’hotel dispone anche di un terrazzo dotato di camino e coperte, per consentire ai clienti di fumare o bere un drink all’esterno anche durante i periodi più freddi.

La camera, una doppia Deluxe, con una stupenda vista sulle villette del ricco quartiere residenziale, si presenta spaziosa e confortevole. Il bagno, in lussuoso marmo bianco, offre prodotti de L’Occitane.

L’accoglienza è stata delle più calorose: una bottiglia di vino per brindare al nostro arrivo, frutta e persino dei prodotti per viso e corpo Zen in regalo per me e il mio ragazzo. Impeccabile, inoltre, il personale del Bilderberg Garden Hotel, particolarmente premuroso e sorridente.

Abbiamo anche avuto la fortuna di avere all’interno dell’hotel un famoso ristorante francese due Stelle Michelin, De Kersentuin. Il ristorante vanta 35 anni di storia ed è stato recentemente rinnovato diventando una location cosmopolita, grazie ai divanetti rotondi, ai tavoli alti e bassi e alla cucina a vista. Il menu comprende piatti d’autore dello Chef Stefan van Sprang, colorati ed esplosivi!


Bilderberg Garden Hotel

Dijsselhofplantsoen 7, 1077 BJ Amsterdam

www.bilderberg.nl/en/amsterdam/garden-hotel/

Email: garden@bilderberg.nl

Tel: + 31 (0)20 570 56 00


Dove altro mangiare ad Amsterdam?

1) Old Dutch Pancakes House
Per una colazione senza rimpianti, proprio adiacente al Mercato dei Fiori c’è questo piccolo locale tipico olandese dove servono pancakes giganti e Poffertjes, i soffici dolcetti tradizionali a forma di nuvola, serviti con zucchero a velo e burro. Il mio ragazzo ed io ne abbiamo mangiati 12 a testa, cospargendoli di Schenkstroop, uno sciroppo molto simile a quello d’acero. Ottimi!


2) Blue Amsterdam
Un must-see place al centro di Amsterdam per fare colazione, pranzare o bere un caffè con una fetta di torta di mele e cannella. La particolarità consiste nel poterlo fare in una struttura di vetro che consente di ammirare la città dall’alto e a 360º. Chi vorrebbe perdersi una vista così?! Consiglio di andare al tramonto quando la luce del sole illumina i tetti e i mattoni rossi dei palazzi.


3) IZAKAYA Asian Kitchen & Bar 

Cucina giapponese con influenze peruviane e dj che suona tra i tavoli. Uno dei locali più trendy di Amsterdam frequentato da vip e da chi non ha paura del conto finale. Ottima la tempura di gamberi e di king crab, i dim sum al tartufo, gli startes di ostriche e caviale; tenerissimo e speziato il Wagyu Beef con funghi. Il tutto accompagnato dal cocktail Java Mojito.


4) Escobar

 Dopo la cena a base di tapas, in questo locale davvero molto cool, con soppalco e disco mood, la gente si alza e balla. Tutti olandesi, tutti belli, tutti allegri, tutti con vino bianco! Un sabato sera frizzante e spensierato.

 

SEE YOU SOON AMSTERDAM!

 

EN

Bilderberg Garden Hotel*****

“Amsterdam is the home of design and I absolutely wanted to find a hotel that would let me see with my eyes the shapes and styles that gave it such an international fame.

I could not have found any better: the 5-star Bilderberg Garden Hotel, located in a quiet neighborhood near the Museum area and the Voldelpark, boasts an elegant, Nordic design mixing Dutch tradition with contemporary details.
Crystal chandeliers with hanging light bulbs provide functional lighting to the lounge bar and the surrounding environment, create a relaxing atmosphere.

There is a pleasant contrast with the leather stools and cow print patterns. The sofas and armchairs look sophisticated and precious, colored in all shades of turquoise and aquamarine.

The hotel also has a terrace with a fireplace and blankets, to allow customers to smoke or drink outside even during the colder periods.

The room, a Deluxe double room, with a wonderful view of the houses of the rich residential district, is spacious and comfortable. The bathroom, in luxurious white marble, offers you L’Occitane products.

The reception was the warmest welcome: a bottle of wine to toast to our arrival, fruit and even Zen products for the face and body as a gift for me and my boyfriend. The staff of the Bilderberg Garden Hotel is also impeccable, caring and smiling.

We were also lucky enough to have within the hotel a famous two-Michelin-starred French restaurant, De Kersentuin. The restaurant boasts 35 years of history and has recently been renovated into a cosmopolitan location, thanks to the round sofas, the high and low tables and the open kitchen. The menu includes dishes by Chef Stefan van Sprang, all colorful and explosive!”

Cover image: Google.

4 risposte a “Amsterdam”

  1. Gabri ha detto:

    Waaaaawwww amazing hotel and restaurant I love it

  2. Lory ha detto:

    laura che meraviglia

  3. Ale ha detto:

    Adoro questo hotel … beautiful.. thank you laura

  4. Shelby ha detto:

    Amazing pictures of Amsterdam! I think I ll definitely go in that hotel! This article is completely inspiring! Good job Laura!!
    xxx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *